Carissimo Paolo,

ho finalmente ultimato la lettura del tuo bellissimo libro. Come con gli altri mi sono preso il tempo di meditarlo e di ascoltare tutta la musica che non conoscevo. Le sinfonie di Dittersdorf sono incantevoli, un vero peccato che non siano in repertorio. Su Rossini hai perfettamente ragione, c’è veramente una grande consapevolezza della cultura classica. Il finale del libro con Strauss e D’Annunzio è veramente fantastico. La Daphne è un mio vecchio amore, come tutta la sua musica – quello che hai scritto su Metamorphosen mi è piaciuto particolarmente, l’ho sempre pensato - ma l’oleandro non lo conoscevo ed è una meraviglia. Pensa che ho amato D’Annunzio proprio leggendo Alcyone, il mio maestro di letteratura poetica e drammatica era un d’annunziano doc, negli anni dei miei studi questo sommo poeta non era molto considerato, ma grazie al mio professore ho compreso la grandissima profondità e musicalità della sua poesia. Sono onorato di essere stato inserito tra grandi musicisti, e leggerti è sempre fonte di grande gioia.

Un grande abbraccio

Mario